tel. 0574548911

Chirurgia Plastica

L’unità di Chirurgia plastica dell’Istituto Medico Toscano si avvale di un blocco operatorio con una sala chirurgica, attrezzata con le tecnologie più sofisticate. Gli interventi, qualora il chirurgo lo ritenga necessario, possono essere eseguiti in anestesia generale, con la presenza costante di un anestesista rianimatore.

La Chirurgia plastica è ovviamente la branca della chirugia dedicata a migliorare l’aspetto della persona che riguarda:

  • il viso, soprattuto naso e palpebre, e rimozione delle rughe.
  • il seno, per interventi di riduzione, aumento e rassodamento.
  • l’addome, per ricostruire le pareti muscolari dell’addome, per interventi di liposuzione e liposcultura.

L’Istituto può affrontare interventi per trattare i più comuni inestetismi sia del volto che della figura: profili, emnoplastica segni di invecchiamento del volto, chirurgia del seno, rimodellamento del corpo.

Le prestazioni

Chirurgia Estetica del seno

  • Mastoplastica Additiva
  • Mastopessi
  • Mastoplastica Riduttiva

Chirurgia Estetica del corpo

  • Liposuzione
  • Liposcultura
  • Addominoplastica

Chirurgia estetica del viso

  • Blefaroplastica
  • Rinoplastica
  • Otoplastica
  • Lifting viso e collo
  • Rimodellamento zigomi
  • Mento

Blefaroplastica

La regione palpebrale può presentare diversi inestetismi che possono essere migliorati con l’intervento cosiddetto di blefaroplastica. Si presentano più frequentemente alla palpebra superiore sotto forma di eccessi cutanei che determinano delle pieghe che possono giungere a coprire tutta la palpebra, a volte oltre il bordo ciliare, limitando nei casi più gravi il campo visivo.

Questi eccessi cutanei, nella palpebra inferiore, sono rappresentati da grinze spesso a decorso obliquo che possono giungere a formare dei veri e propri festoni. Altri inestetismi palpebrali sono rappresentati dalle “borse” adipose determinate, sia a livello della palpebra superiore, dell’inferiore, dalla “erniazione” del grasso posto all’interno dell’orbita.

La diminuzione del grasso in determinati settori della palpebra inferiore, associata all’assottigliamento cutaneo, può determinare la formazione di solchi di colorito scuro (occhiaie). L’associazione di questi fattori conferisce agli occhi un aspetto affaticato, gonfio e invecchiato. Oltre all’invecchiamento, altre cause possono contribuire a manifestare precocemente questi aspetti poco piacevoli: fattori genetici (connessi all’individuo), patologici, o abitudini di vita.

L’intervento può consistere nell’asportazione della pelle in eccesso, oppure estendersi alla riduzione o al riposizionamento delle borse adipose. Può inoltre comprendere il riassetto della muscolatura palpebrale fino a poter modificare il “taglio” dell’occhio. Questa operazione può essere condotta, seconda le necessità, sulle palpebre superiori, sulle inferiori o su entrambe.

Mastoplastica additiva

L’intervento di mastoplastica additiva viene eseguito per modificare in senso migliorativo la forma e il volume di mammelle che non si sono mai sviluppate in modo completo oppure di mammelle svuotate ed eventualmente discese a seguito di allattamenti o di cali ponderali. In altri casi l’intervento viene eseguito per correggere un’asimmetria delle mammelle.

Esso consiste nell’inserimento di apposite protesi, sotto alla ghiandola, oppure più in profondità, sotto il muscolo pettorale, e può conferire al seno caratteristiche di consistenza, rotondità e proiezione tali da renderlo di aspetto più gradevole. Differenze apprezzabili di volume fra le due mammelle possono venir corrette mediante l’inserimento di protesi di volume diverso. Il semplice inserimento di protesi non corregge l’orientamento dei complessi areola-capezzolo. In caso le mammelle fossero molto discese (pendule), può essere opportuno associare all’impianto delle protesi un intervento di mastopessi.

Mastopessi

Nel corso degli anni le mammelle perdono il loro tono e la loro forma originaria, a causa di variazioni qualitative e quantitative delle due componenti principali da cui sono costituite: la pelle (il contenente) e la massa ghiandolare-adiposa (il contenuto). Fattori diversi fra loro variamente combinati, quali la gravidanza, l’allattamento, le cospicue variazioni del peso corporeo, la forza di gravità ed i naturali processi d’invecchiamento, possono provocare una diminuzione dello spessore e dell’elasticità della pelle, provocandone un eccesso.

Di conseguenza si modifica il rapporto fra contenente (la pelle, in eccesso) ed il contenuto (massa ghiandolare-adiposa). In questi casi il ripristino della forma originaria può essere perseguito mediante l’intervento di mastopessi che consiste nell’asportazione della pelle esuberante, nel riposiziona-mento in sede corretta del complesso areola-capezzolo e di norma anche nel rimodellamento delle ghiandole.

Se oltre allo stiramento della pelle si è contemporaneamente verificata la diminuzione della quantità del tessuto glandulo-adiposo, insieme alla forma dovrà essere ripristinato anche il volume del seno mediante l’inserimento di protesi mammarie (masto-plastica additiva, descritta in una specifica sezione).

L’intervento di mastopessi viene dunque eseguito per migliorare la forma di seni cadenti (ptosi mammaria), consentendo di innalzare il livello delle areole e dei capezzoli. Con tale intervento è inoltre possibile ridurre il diametro delle areole mammarie, qualora queste siano troppo grandi e correggere eventuali asimmetrie esistenti fra le due mammelle, conseguenti alla maggior “caduta” di una mammella rispetto all’altra.

Lipoaspirazione

La lipoaspirazione (o liposuzione o liposcultura) viene eseguita per asportare gli eccessi di tessuto adiposo localizzati in sedi diverse (fianchi, cosce, glutei, ginocchia, addome, caviglie, braccia, regione sotto-mentoniera, ecc.), al fine di migliorare il profilo corporeo.

L’eliminazione dell’aspetto a “buccia d’arancia”, caratteristico della cosiddetta “cellulite”, non rappresenta una finalità della lipoaspirazione. Sebbene non sia un sostituto della dieta e dell’esercizio, la lipoaspirazione può eliminare i cuscinetti di grasso che non rispondono ai metodi tradizionalmente utilizzati per indurre il dimagramento.

La liposuzione non è da considerare, nella maggior parte dei casi, un trattamento dell’obesità. I migliori candidati alla lipoaspirazione sono persone di peso normale con pelle tonica ed elastica, che presentano accumuli adiposi
localizzati in alcune aree corporee.

Grazie all’esperienza maturata ed ai progressi tecnici, attualmente, la lipoaspirazione può essere eseguita con buoni risultati anche in persone modicamente in soprappeso, con accumuli più diffusi e con cute meno elastica.

Lipofilling

L’intervento di auto-lipo-innesto (lipofilling o lipostruttura) viene eseguito per correggere solchi o avvallamenti del viso o di altre sedi corporee, spesso dovuti ad una diminuzione del tessuto adiposo sottocutaneo, associata o meno ad una perdita di elasticità della cute.

Il lipofilling-lipostruttura è indicato per l’incremento del volume delle aree depresse congenite o post-traumatiche o conseguenti a trattamenti medici o chirurgici, o per contrastare i fenomeni dell’invecchiamento caratterizzati dalla diminuzione dello spessore del tessuto adiposo  sottocutaneo. Ad esempio, viene utilizzato per il riempimento dei solchi naso-labiali, degli zigomi e della guancia, per aggiungere pienezza alle labbra e per restituire turgore ed elasticità al dorso delle mani. I risultati migliori sono ottenuti in Pazienti con pelle sottile, secca e di colore chiaro.

Il lipofilling-lipostruttura può essere, inoltre, utilizzato nell’incremento del volume del seno o nel rimodellamento del profilo corporeo e dei glutei. L’utilizzo del lipofilling-lipostruttura è utilizzato anche nell’aumento volumetrico della mammella.Il lipofilling-lipostruttura ha il vantaggio di utilizzare solo i propri tessuti e quindi non può dare allergie.

Addominoplastica

Addominoplastica con o senza trasposizione dell’ombelico

L’intervento di addominoplastica viene eseguito per eliminare l’eccedenza di tegumento (cute e tessuto adiposo sottocutaneo) che può produrre alcuni evidenti inestetismi, quali pieghe e ondulazioni della pelle, o addirittura, nei casi più accentuati, un vero e proprio grembiule che ricopre la regione pubica.

Esso consiste nell’asportazione dell’eccesso di pelle e conferisce all’addome un aspetto più gradevole e naturale. Possono essere eliminati i disturbi presenti nei casi più accentuati, quali la dermatite, che spesso si verifica a livello delle pieghe inguinali, e la difficoltà nei movimenti o nella scelta degli indumenti. All’asportazione della cute può essere associata, quando opportuna, quella del tessuto adiposo in eccesso, mediante tecnica di
lipoaspirazione.

Nel caso coesista l’allontanamento (diastasi) dei muscoli retti (i muscoli a forma di nastro estesi dall’arcata costale al pube) può essere eseguita la loro sutura sulla linea mediana ed eventualmente il loro rinforzo mediante il posizionamento di una rete.

Qualora siano presenti delle ernie causate da cedimenti della parete addominale, devono essere riparate nel corso dell’intervento di addominoplastica. In questi casi può rendersi necessario l’impianto di una rete
di contenzione che ricostituisce la continuità della parete addominale.

In alcuni casi la prominenza dell’addome è dovuta alla presenza di un accumulo di tessuto adiposo, con tessuti di discreta o buona elasticità; in questi casi è preferibile procedere con una semplice lipoaspirazione che di per sé può dare, nelle corrette indicazioni, un buon risultato estetico. Se ad almeno 4-6 mesi dalla lipoaspirazione si rendesse evidente un cedimento dei tessuti, potrà essere considerata l’opportunità di un intervento di addominoplastica.

Medici

Far far away, behind the word mountains, far from the countries Vokalia and Consonantia, there live the blind texts.

Separated they live in Bookmarksgrove right at the coast of the Semantics, a large language ocean.

A small river named Duden flows by their place and supplies it with the necessary regelialia.

Richiesta Prenotazione

Vuoi effettuare una richiesta di prenotazione per visite specialistiche, esami diagnostici o prelievi del sangue, sia generici che specifici?

Clicca sul pulsante sottostante e compila il contact form, un nostro operatore ti risponderà il prima possibile per confermare la tua richiesta.